Rossetti a lunga tenuta: tinte labbra o rossetti liquidi? | #laurasTIPS

tinte labbra e rossetti a lunga tenuta

tinte labbra e rossetti a lunga tenuta

Dalle tinte labbra ai rossetti liquidi long lasting: tutte le caratteristiche ed i consigli per sceglierli ed usarli al meglio!

Le fanatiche del colore li hanno sempre utilizzati per mantenere le labbra in ordine a lungo, in tutte le situazioni. Negli ultimi mesi, da quando le mascherine sono d’obbligo, molte altre donne hanno deciso di dargli una chance : i rossetti a lunga tenuta sono, adesso, tra i prodotti make up labbra più gettonati e ricercati. I rossetti liquidi e le tinte labbra sono rossetti duraturi che promettono di resistere stoicamente ad un bacio appassionato, un pranzo succulento o un’intera giornata di lavoro con addosso una mascherina.

rossetto liquido: un rossetto lunga tenuta

Nonostante vi sia la tendenza, da parte delle meno avvezze, a considerare le parole “no transfer”, “tinta labbra”, “long lasting” come sinonimi, occorre precisare che i rossetti a lunga tenuta non sono tutti uguali ma si distinguono tra di loro per precise, seppur sottili, caratteristiche.

Il rossetto long lasting è il classico rossetto a lunga tenuta. La sua caratteristica principale è quella di “aggrapparsi” alla pelle, mantenendosi inalterato sulle labbra per un tempo superiore rispetto ai rossetti dal finish cremoso o lucido (almeno 4 o 6 ore). Si può presentare come il classico rossetto in stick oppure con una texture rigorosamente liquida (ecco perché si chiamano liquid lipstick) ed il finish può essere opaco, satinato o brillante.

Quando invece parliamo di rossetto no transfer, c riferiamo ad un prodotto in grado di non trasferire il colore al tocco. I rossetti liquidi e le tinte labbra possono avere questa caratteristica e quindi non macchiare mascherine ed indumenti. Tra i rossetti no transfer possono essere annoverati anche i rossetti waterproof che, oltre a non trasferirsi, sono resistenti all’acqua e quindi maggiormente indicati per chi non rinuncia al trucco in palestra o durante la stagione estiva, in spiaggia.

Tinte labbra: cosa sono?

La tinta labbra è un prodotto particolare, sia per quanto riguarda la formulazione che gli usi. Ingiustamente assimilato ad un “qualsiasi” rossetto liquido, in realtà si distingue da quest’ultimo per texture, durata ed utilizzo.
Le tinte labbra si presentano con una consistenza acquosa, e quindi ancora più liquida rispetto ai prodotti precedenti;  rilascia un sottilissimo strato di colore che viene letteralmente assorbito dalle mucose e perciò stratificabile, fino a raggiungere l’intensità di colore desiderata. Le tinte labbra assicurano una durata assai più lunga rispetto a quella dei rossetti liquidi, anche superiore alle otto ore e per rimuoverle è necessario usare un prodotto specifico, a base oleosa.

Sotto la categoria “tinta labbra” possono essere classificati anche altri prodotti, quali il rossetto indelebile oppure i cosiddetti rossetti permanenti. Inoltre, ne esiste un’ulteriore tipologia, la cui formulazione è un vero e proprio mix tra il rossetto liquido e la tinta labbra: prodotti di ultima generazione, come le tinte Hourglass , di Yves Saint Laurent, di Maybelline e la tinta labbra Mac Retro Matte Liquid Lipcolour.

TINTE LABBRA: tips, avvertenze ed istruzioni per l’uso!

Anche il miglior rossetto lunga tenuta ha un rovescio della medaglia. I rossetti liquidi, così come le tinte, sono fantastici in termini di intensità e durata ma, purtroppo, non sono un prodotto adatto a tutte. O, perlomeno, non bisogna dare per scontato che l’effetto sia uguale ad un qualsiasi rossetto cremoso.

Sia i rossetti a lunga tenuta che le tinte, infatti, proprio per le caratteristiche che ne garantiscono la durata formidabile, si asciugano completamente sulle labbra e, di conseguenza, tendono a seccarle notevolmente. Questo fenomeno può incidere molto negativamente sia in termini di comfort che di resa: se le labbra non sono ben distese, è possibile che il prodotto si infili nelle pieghe, che dia fastidio oppure che il colore super opaco non sia esattamente valorizzante.
Che fare quindi? Ecco tre regole d’oro:

  1. Se possibile, non comprare a “scatola chiusa” ma cercare di testare il prodotto in questione; se il risultato è pessimo, potete facilmente puntare sui prodotti a formula mista (di cui al paragrafo precedente), che assicurano ottima intensità e maggior idratazione;
  2. Utilizzare regolarmente un balsamo labbra (utile anche per prevenire le screpolature): la sera prima di andare a dormire ed almeno 10/15 minuti prima di iniziare a truccarsi;
  3. Usare le tinte labbra come “base” per i rossetti cremosi: ne miglioreranno la durata e, davanti ai primi segni di cedimento, aiuterà le nostre labbra ad apparire comunque in ordine!

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.