Piazza Quattro Giornate, 64 - 80128 Napoli

Igiene make up artist: cosa cambia col covid-19? | #becomingPRO

igiene make up artist dpi anticovidin questi mesi di pandemia, abbiamo visto tornare a galla il tema dell’igiene make up artist post covid 19. Quali sono gli step irrinunciabili?

Norme igieniche truccatori: Covid o no, il tema della “sicurezza” per quanto riguarda la corretta disinfezione di prodotti ed accessori make up è da sempre un tema importante per tutti. In particolare per i truccatori, “covid 19” ha comportato sicuramente l’attuazione di alcune precauzioni aggiuntive per proteggere se stessi, le clienti e le modelle anche se, in linea di massima, possiamo affermare che molte di queste erano già sedimentate nella prassi di tutti i professionisti seri e coscienziosi.

Igiene make up: covid, pulizia e disinfezione

Oltre alle misure aggiuntive per scongiurare il contagio da Covid 19, è necessario partire da un’importante distinzione: quella tra pulizia e disinfezione. Due processi completamente diversi, che spesso però vengono assimilati. Dunque, prima di tutto dobbiamo essere consapevoli che “come pulire i pennelli da trucco” è un quesito molto diverso da  “come disinfettare i pennelli da trucco”, poiché si tratta di azioni complementari.

primo step: la pulizia

Per quanto riguarda la pulizia, possiamo serenamente affermare che quest’ultima consiste nella pura e semplice asportazione dello sporco da tutti gli strumenti che compongono il nostro kit trucco professionale, che utilizziamo per applicare il make up o che vengono a contatto con i prodotti (pennelli e spugnette trucco, spatole, ecc.).

Un’efficace pulizia dei suddetti strumenti può avvenire attraverso detergenti specifici (come quelli per pulire pennelli trucco), oppure utilizzandone altri, come il sapone di Marsiglia, il sapone di Aleppo oppure l’Avio. Quest’ultimo è la soluzione più pratica, specialmente sul set, in quanto evapora velocemente senza lasciare ristagni d’acqua, che inevitabilmente provocherebbero la formazione di altri batteri.
Qualsiasi detergente scegliate per la pulizia dei vostri accessori, ricordate sempre che deve essere un prodotto in grado di sciogliere e quindi rimuovere gli oli presenti nei cosmetici, soprattutto quelli in crema.

Secondo step: la disinfezione

La disinfezione, invece, è il procedimento che elimina gli agenti patogeni da un oggetto, rendendolo igienizzato.
Un tema fondamentale nei contesti professionali, in quanto il truccatore si trova spesso a dover portare il proprio materiale in giro, appoggiandosi ovunque ed è quindi indispensabile che la disinfezione sia praticata con continuità. Per quanto riguarda l’uso personale degli accessori, questa ferrea regola può conoscere piccole deroghe: se puliti regolarmente, lasciati asciugare in un luogo aerato e correttamente conservati, è sufficiente una disinfezione periodica, a patto che non siano presenti particolari sensibilità o malattie della pelle.

Per disinfettare pennelli trucco, così come gli altri accessori, sarebbe opportuno munirsi di un apposito spray disinfettante per pennelli trucco, per essere sicuri che svolga il proprio compito senza preoccuparsi troppo di rovinare le setole; in alternativa, è possibile usare una soluzione alcolica oltre il 60% oppure alcol isopropilico (come quello ad uso alimentare), incolore e moderatamente volatile. È fortemente sconsigliato l’alcol etilico (quello rosa) in quanto contiene altre sostanze che potrebbero danneggiare le setole dei pennelli e lasciare residui non propriamente skin friendly.

Come disinfettare i trucchi?  

Se vi state domandando come disinfettare le palette o meglio, come disinfettare gli ombretti, i fard, ecc, sappiate che per gli ombretti in crema ed eyeliner in cake è meglio prelevare un po’ di prodotto con una spatolina pulita ed utilizzarlo su una comoda tavolozza; per i prodotti in polvere è preferibile non spruzzare alcun prodotto sulla cialda, onde evitare di alterare colori e formule, basterà a fine lavoro, o tra una cliente e l’altra, fare scraping, cioè grattare la superficie della cialda con uno scovolino pulito, eliminando così uno strato di prodotto. Dato che non esiste una regola su come disinfettare il mascara, l’eyeliner liquiido o il gloss, conviene usare gli scovolini monouso o gli applicatori da eyeliner/gloss monouso, intingendo ciascuno di essi una volta sola.

Covid 19 e dpi

A queste precauzioni, si aggiungono anche i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), che devono proteggere sia il truccatore che il cliente. Le regole circa l’adozione di questi presidii sono un po’ cambiate con il trascorrere dei mesi, ma in buona sostanza possiamo affermare che in una sessione di trucco devono essere sempre presenti:

  • Mascherina, del tipo FFP 2 o 3, possibilmente non valvolata, per proteggere l’altro;
  • Visiera, per proteggere dal contatto ravvicinato qualora si lavori face to face;
  • Camice monouso, possibilmente del tipo impermeabile;
  • Un set di pennelli per ogni persona che verrà truccata e sufficienti prodotti monouso, correttamente conservati;
  • Una costante attenzione nel lavaggio e nella disinfezione delle mani, specialmente nel passaggio tra una persona e l’altra.

Il tema della disinfezione e dell’igiene make up artist in tempi di pandemia è ancora molto discusso. In assenza di un codice ATECO che regolamenti i mua professionisti (anche se non specializzati in trucco teatrale) è spesso complicato districarsi tra norme di legge e norme di buonsenso.

Ci abbiamo provato su Instagram insieme Micol Gottardo, truccatrice ed infermiera, in questa diretta salvata come IGTV!

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.