Piazza Quattro Giornate, 64 - 80128 Napoli

I falsi miti trucco sposa: 10 leggende da sfatare | #becomingPRO

falsi miti trucco sposa make upl’immaginario collettivo suggerisce “leggero e naturale”, ma in questo articolo scopriremo i più comuni falsi miti trucco sposa!

Quali sono le regole che accompagnano un trucco da sposa perfetto? La maggior parte delle persone sostiene che, per tradizione, il trucco per matrimonio debba essere naturale, leggero, quasi verginale, per non “minacciare” eccessivamente l’effetto- candore suggerito dall’abito bianco e dal velo.

In realtà, il trucco per questa occasione non è poi così diverso dal make up che si potrebbe scegliere per qualsiasi altra occasione in cui una donna voglia sentirsi bella e valorizzata. Il servizio di trucco sposa professionale non consiste dunque nella mera realizzazione di un determinato tipo di make up, “omologato” per tutte, quanto in un servizio personalizzato di preparazione, di cura, di consulenza approfondita. L’esito finale sarà un trucco che effettivamente richiamerà alcuni dettagli della cerimonia ma che nemmeno andrà in contrasto con l’aspetto più importante di tutti: l’identità della sposa.
Un trucco, quindi, che non sarà uguale per tutte, bensì studiato in base alla morfologia del viso ed ai colori naturali di ognuna e che risponderà soprattutto alle aspettative della sposa, ai suoi desideri, all’immagine che ha di se stessa, al suo sentirsi bella.

Flessibilità e visione d’insieme sono le parole chiave quindi, che spesso contrastano con i falsi miti trucco sposa più diffusi e radicati: scopriamoli un ad uno!

i 10 falsi miti da sfatare:

  1. Il trucco sposa dev’essere naturale
    Grazie alle attuali tecniche ed ai prodotti di ultima generazione, per ottenere un effetto valorizzante non è necessario che il trucco sia nelle tonalità dell’avorio e del marroncino. Si può scegliere un trucco occhi naturale abbinato ad un rossetto dal colore più deciso oppure osare uno smokey, se la sposa lo porta abitualmente e si sente a proprio agio;
  2. Il primer è essenziale
    Molte persone lo ritengono fondamentale per la buona riuscita della base, il primer può essere anche il peggior nemico della nostra pelle, specialmente se non è il make up artist a valutarne la necessità ed a sceglierne la tipologia. Potrebbe essere sufficiente un’adeguata skincare routine ad hoc, più vicina alle necessità della sposa;
  3. Pulizia viso
    Allo stesso modo, non è fondamentale fare la pulizia viso, specialmente se si tratta della prima volta. In questi casi, l’ideale è affidarsi ad una brava estetista che darà indicazioni sui trattamenti effettivamente necessari;
  4. L’abbronzatura
    Attenzione: la pelle non dev’essere necessariamente abbronzata per aumentare la resa del trucco! L’importante è che sia ben curata, indipendentemente dalla tonalità più o meno chiara. Inoltre, un’abbronzatura troppo intensa potrebbe essere “too much”, specialmente se il matrimonio si svolge in periodi invernali oppure se, di norma, la sposa ha un incarnato molto chiaro;
  5. Ceretta viso il giorno prima
    Ricordate sempre di fare la ceretta viso all’incirca una settimana prima del matrimonio: in questo modo, darete modo alla vostra pelle di riprendersi da eventuali rossori o brufoletti “da strappo”. Affidatevi sempre ad una professionista, in particolar modo se siete solite fare cerette a caldo;
  6. Lo smokey è pesante!
    Come già accennato, anche lo smokey eyes è una tecnica utilizzabile per il trucco occhi cerimonia. Se correttamente eseguita, non appesantisce affatto ed in molti casi risulta persino valorizzante. Ricordate sempre che, se non vi sentite di osare col nero, esistono numerose altre varianti di smokey: halo, satinato, oppure eseguito nei toni del bronzo e del tortora;
  7. Trucco sposa, labbra rosse?
    Un altro binomio demonizzato nell’ambito trucco sposa è quello rappresentato dalla possibilità di usare un rossetto rosso oppure di un colore differente dai soliti nude o dai pesca. Il rossetto rosso, o di un colore un po’ più intenso, può essere tranquillamente indossato a patto che la tonalità scelta non entri in conflitto con l’incarnato della sposa;
  8. L’eyeliner non può mancare
    Molto legato alla moda di Instagram, in realtà in pochi possono permettersi una riga di eyeliner che sia effettivamente valorizzante: meglio optare per delle bordature, sapientemente sfumate e dell’intensità giusta;
  9. La lacca per fissare il trucco
    Un trucchetto della nonna, oggi ampiamente superato dai prodotti di nuova generazione e che potrebbe essere nocivo alla salute della nostra pelle. Anche in questo caso, è bene affidarsi alle competenze del vostro make up artist di fiducia, che saprà applicare il prodotto più adatto ad una maggiore tenuta del trucco… che sicuramente non potrà bloccare la naturale sudorazione di una domenica d’agosto ma farà in modo che il fondotinta rimanga omogeneo!
  10. La prova trucco è gratis
    Il giorno della prova trucco vengono dedicate diverse ore alla sposa, vengono messe in gioco le competenze del make up artist e viene realizzato uno o più make up, prima di giungere a quello definitivo. Sono ore di lavoro (da un minimo di due ad un massimo di quattro) che il make up artist dedica, da professionista, alla sua cliente.
    Ecco perché la prova trucco sposa va effettivamente pagata: per il tempo e l’attenzione, indubbiamente maggiori rispetto a quanto dedicato per un qualsiasi altro evento!

Voi che make up avete scelto, o quale vi piacerebbe portare, per il giorno del vostro matrimonio? Siete affezionate all’idea del trucco effetto naturale oppure osereste sfidare qualcuno dei falsi miti trucco sposa?

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.