La Torba: proprietà e benefici in cosmesi | #haveaGOODSKIN

la torba: proprietà benefiche e diversi utilizzi di questa preziosa argilla. la conoscete?

torba proprietà

La torba è un composto organico, dall’aspetto e dalla consistenza simili al fango, che nasce dalla macerazione di erbe e piante in ambienti paludosi. Si ottiene attraverso la stratificazione del materiale organico che, insieme alla scarsa ossigenazione, alle basse temperature ed all’ottimale tasso di umidità  dà vita a questa combinazione argillosa, di colore scuro (ricorda la terra bagnata) e dalle proprietà impareggiabili. Un processo molto particolare, che avviene solo in alcuni territori dal microclima favorevole.

Anche il suo funzionamento è simile a quello dell’argilla. Attraverso un processo osmotico, cioè di passaggio di sostanze in base alla concentrazione, avviene uno scambio: l’applicazione del fango consente di estrarre le tossine idrosolubili e nello stesso tempo di cedere ai tessuti i sali minerali in essa contenuti.

La torba è impiegata non solo nel campo estetico ma anche in quello delle cure naturali, grazie alle proprietà antinfiammatorie e al suo elevato potere di stimolazione del microcircolo. Ma andiamo per ordine.

Un po’ di storia: la scoperta della torba

La torba più pregiata si ricava in Estonia: i Paesi Scandinavi, infatti, possiedono i requisiti climatici ideali per la “coltivazione” di questo fango dei miracoli.

Gli studi sulle proprietà della torba iniziarono a seguito del ritrovamento in Danimarca, nel 1950, del cosiddetto “Uomo di Tollund”. Durante una spedizione per tagliare e portare a casa un po’ di torba da ardere, i fratelli Viggo ed Emil Højgaard trovarono, completamente avvolto nella stessa, anche i resti di un uomo.  Il corpo, ed il viso in particolare, erano talmente ben conservati che i fratelli Højgaard in un primo momento pensarono alla vittima di un omicidio recente. La polizia invece si rese subito conto che si trattava di un ritrovamento archeologico: gli studi successivi, infatti, confermarono che si trattava di una mummia di palude, risalente a 2000 anni prima.
L’eccellente stato di conservazione dell’Uomo di Tollund riguardava non solo il volto ma anche gli organi interni: per questo  motivo, dopo il suo ritrovamento ebbero origine gli studi
sull’ambiente circostante e sugli elementi che favorirono tale preservazione.

LA torba: proprietà ed usi
La torba è quindi un fango idrominerale dalle enormi proprietà benefiche e multifunzionali: è usata infatti sia in ambito cosmetico che nel campo della medicina naturale, come coadiuvante per il trattamento di alcuni disturbi legati all’apparato osteoarticolare e per il sistema linfatico. Ricca di vitamine, sali minerali, oligoelementi, vitamine, sodio, potassio ed enzimi, la torba possiede anche acido umico ed acido fulvico, impiegati anche per aumentare le rese produttive delle coltivazioni e migliorare la crescita delle piante.
L’acido umico è una sostanza naturale che, grazie alla sua struttura chimica, possiede un effetto chelatico ed è quindi in grado legarsi ai principi nutritivi, facilitandone l’assorbimento cellulare. L’acido fulvico funziona più o meno allo stesso modo con l’importante differenza, rispetto all’acido umico, di essere solubile a tutti i livelli di pH.
Grazie a tutta questa ricchezza, è possibile usare la torba come:
  • Antisettico e antinfiammatorio per contastare brufoli, acne, dermatiti ed eczemi;
  • Dermopurificante e sebonormalizzante;
  • Esfoliante, grazie agli enzimi che esercitano la funzione di peeling naturale senza seccare la pelle;
  • Astringente, migliorando l’aspetto della pelle che appare subito luminosa, omogenea e compatta;
  • Disintossicante, per facilitare l’eliminazione di tossine e metalli pesanti;
  • Antirughe, grazie alla funzione di stimolo al rinnovamento cellulare;
  • Idratante, per le componenti che mantengono in vita le molecole di acido ialuronico, facilitandone il profondo assorbimento;
  • Rassodante, particolarmente indicata per il trattamento della cellulite;
  • Drenante, grazie all’azione tonificante che favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso;

La torba, inoltre, contrasta la fragilità e la dilatazione capillare rinforzando le pareti vasali e svolge un’importante azione nell’ossigenazione dei tessuti. Ma non finisce qui.
Come coadiuvante, la torba porta beneficio anche in caso di malattie reumatiche, traumi muscolari e infiammazioni a carico dell’apparato genitale femminile.

come si usa?

Come l’argilla, anche la torba può essere facilmente usata a casa, per maschere ed impacchi localizzati.
Esiste in commercio anche un tipo di torba allo stato liquido, che può essere versata nell’acqua per il bagno, per drenare e levigare la pelle. Allo stato solido, miscelata con una giusta quantità d’acqua, si può usare anche per fare dei bendaggi da applicare in diverse zone del corpo. Occorre ricordare che, al contrario di alcuni tipi di argilla, la torba è un fango ad uso esclusivamente esterno: non esiste alcuna variante che possa essere assunta anche internamente.

torba proprieta Ilmatar
Ilmatar: prima, durante e… dopo!

Quale torba utilizzo io? Cosa ne penso?

Dopo aver utilizzato per alcuni anni la Turbliss ho deciso di lavorare ad una versione di maschera alla torba per Lace Beauty che potesse rispecchiare maggiormente le mie esigenze.
Ilmatar infatti è più delicata e bilanciata, grazie al complesso di attivi, non necessita di essere bagnata durante la posa ed è formulata per essere adatta a qualsiasi tipo di pelle!

% Commenti (1)

[…] proprietà cosmetiche della torba sono molteplici: in primis, tra le tante, troviamo sicuramente la funzione legata alla presenza di […]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.